Robot portabagagli a Los Angeles

febbraio 2018

Robot portabagagli TUG a Los Angeles

I robot sono già negli alberghi per il servizio in camera. Ma questi sono più forzuti.

Il nuovo Sheraton San Gabriel di Los Angeles si è dotato di una flotta di robot in grado di svolgere tre compiti: servizio in camera, trasporto e consegna bagagli, accoglienza degli ospiti.

Sono robot di grandi dimensioni chiamati TUG e prodotti dalla Aethon. Sono già molto diffusi negli ospedali americani per diversi servizi di logistica interna. Questa è la loro prima apparizione in hotel.

La funzione più innovativa per il settore alberghiero è il facchinaggio: il robot portabagagli viene caricato nella lobby e arriva fino alla camera dell’ospite da solo, usando gli ascensori di servizio e una combinazione di GPS e WiFi interni per trovare la strada. Le porte delle parti comuni (corridoi, ascensori, ecc) sono dotate di sensori che consentono ai robot di aprirle da soli con un segnale apposito.
Una volta davanti alla camera degli ospiti, il robot compone automaticamente il numero del telefono in camera e comunica all’ospite un codice di sblocco che aprirà le porte della stiva del robot. Gli ospiti prendono i loro bagagli e il robot portabagagli torna giù nella hall.

Un’altra performance che entusiasma gli ospiti è il servizio di greeter, cioè accoglienza e accompagnamento. È svolto da un robot che staziona vicino all’ingresso e può guidare gli ospiti ovunque in albergo, dalla piscina al bar alla toilette.

Molti ospiti scattano selfie con i greeter robot!