In vista di EXPO 2015, arriva lo IAL: indice di attrattività locale

ottobre 2013

IAL - Alessando Amadori

Il parametro, messo a punto da Assirm in collaborazione col Prof. Gian Carlo Blangiardo, permetterà di individuare i comuni italiani più virtuosi.

E’ stato presentato lo scorso 2 ottobre a Milano lo IAL, acronimo di Indice di Attrattività Locale. Si tratta di un parametro in grado di fotografare le caratteristiche economiche, demografiche e sociali di un territorio, al fine di valutarne la competitività.
Lo IAL è stato sviluppato dal centro Studi di Assirm (Associazione degli istituti di ricerche di mercato), diretto da  Alessandro Amadori, in collaborazione con il Prof Gian Carlo BIangiardo, ordinario di demografia all’Università Bicocca.
L’indice tiene conto di nove parametri e permette di realizzare una vera e propria classifica dei capoluoghi di regione italiani. La città più attrattiva, attualmente, risulta Trento, la città-laboratorio emblema del nord est produttivo.
Quarto posto per Milano, che segue in classifica Roma e Perugia. Tra gli ultimi posti si trovano Bari, Palermo e Napoli, afflitte da problemi strutturali.
Lo studio è particolarmente interessante nell’ottica dell’imminente Expo. Il 2015 rappresenta infatti il vero terreno di sfida con cui le città del nostro territorio si dovranno misurare. In questo senso lo IAL permette di individuare i comuni più virtuosi e di creare una strategia di interventi mirati.

Alessandro Amadori ha scritto per Italia Convention un articolo sulla creatività

Leggi l’articolo >>>

Per contattare Alessandro Amadori, vedi il suo profilo >>>