Gabriele Salvatores nuovo direttore artistico del Milano Film Festival

aprile 2018

Gabriele Salvatores

La rassegna milanese del cinema indipendente promette rinnovamento e programmazione internazionale di valore sotto la direzione di Gabriele Salvatores.

Gabriele Salvatores, napoletano, 67 anni, regista premio Oscar 1992 con Mediterraneo, assume la direzione artistica del Milano Film Festival, la rassegna cinematografica del cinema indipendente organizzata da “Esterni” in collaborazione con il Comune di Milano. Salvatores sarà affiancato da Alessandro Beretta, in direzione artistica dal 2011.

L’edizione 2018 (la XXIII) si svolgerà dal 29 settembre al 7 ottobre a BASE Milano, il grande spazio in zona via Tortona nato dal recupero del Gruppo Ansaldo, all’ANTEO Palazzo del Cinema e al PICCOLO TEATRO STUDIO Melato.
Milano Film Festival proporrà un festival del cinema accresciuto e rinnovato, un polo di ricerca attento alle ultime e più innovative vie della cinematografia contemporanea: cinema indipendente, ospiti internazionali, nuove tecnologie come la Virtual Reality, e sviluppo di un progetto dedicato al gaming.
Il nuovo progetto di MFF è pluriennale e volto al consolidamento su scala internazionale, perché Milano diventi un centro sempre più attrattivo per la cinematografia.

Milano Film Festival

Milano Film Festival è nato nel 1996 (agli inizi si chiamava “Cortometraggio”) come rassegna cinematografica dedicata alle realtà emergenti del cinema nazionale e internazionale, e si è ispirato a preesistenti festival milanesi, come il Filmmaker festival, attivo dal 1980. Con gli anni è cresciuto ed è diventato una vetrina “talent scout” per quella parte di produzione cinematografica mondiale che non è legata al business e al mercato dei grandi distributori.
Milano Film Festival è socio fondatore di Milano Film Network, la rete che unisce l’esperienza e le risorse dei sette festival di cinema milanesi (Festival del Cinema Africano d’Asia e America Latina, Festival MIX Milano, Filmmaker, Invideo, Milano Film Festival, Sguardi Altrove Film Festival, Sport Movies & Tv Fest) per offrire una proposta culturale lungo tutto l’anno e una serie di servizi per chi si occupa di cinema e audiovisivo a Milano e in Italia.

Il MFF ha come scopo la valorizzazione del cinema indipendente che a Milano aveva iniziato ad affermarsi fino dall’inizio degli anni ottanta, con registi come Gabriele Salvatores, Silvio Soldini, Gianluca Fumagalli e Alina Marazzi.
Alle prime edizioni di Milano Film Festival, la partecipazione era limitata ad un gruppo di cinefili e amici, ma a partire dall’edizione del 2000 sono stati introdotti anche nuovi riconoscimenti, tra cui il “Premio del Pubblico” e il “Premio al Miglior Lungometraggio”, che hanno aperto la strada a questa tipologia di pellicole e ad un maggiore e definitivo successo del festival, che oggi è diventato una delle maggiori realtà culturali milanesi.