Fondazione Querini Stampalia. Grande mobilitazione dopo l’acqua alta.

novembre 2019

Fondazione Querini Stampalia

Aperta e funzionante l’area a piano terra della storica istituzione veneziana dopo l’arrivo della acqua alta. In soccorso anche Bofrost.

Fondazione Querini Stampalia è molto di più di un museo, di una biblioteca e di uno spazio ricco di fascino per eventi.
Dalla sua nascita è sempre stato un punto di riferimento culturale per gli studenti veneziani e per tutti gli appassionati e gli studiosi della storia di Venezia con la sua ricchissima biblioteca e le sue collezioni d’arte.
Una particolarità della Fondazione è la sua vocazione di servizio al pubblico, voluta fino dal 1869 dal suo fondatore, il Conte Giovanni Querini Stampalia tanto che la Biblioteca resta aperta dal martedì al sabato dalle 10,00fino alle 24,00 e la domenica dalle 10,00 fino alle 19,00.

Per questo, quando si è sparsa la voce che l’acqua era entrata nel piano terra della Fondazione, è partita una mobilitazione generale e oltre 200 volontari si sono presentati a lavorare per mettere in sicurezza i libri  e quanto era necessario.
Un contributo particolare è stato quello di Bofrost che ha preso in carico i libri danneggiati per “surgelarli” in attesa di essere recuperati e impedire così alle muffe di iniziare il loro lavoro distruttivo. Dalla sede della Fondazione sono quindi partiti 363 scatoloni del peso di 15 chili ciascuno, trasportati con una barca dotata di frigoriferi fino al camion refrigerato e quindi al magazzino dove sono stati stivati in 15 pallets.

Le opere d’artee i libri più preziosi erano al sicuro, ma sono stati dannaggiati 35 metri lineari di miscellanee di fine ‘800 e altri 600 metri lineari circa di pubblicazioni della biblioteca moderna e periodici che erano in parte custoditi in magazzini esterni, sempre nel centro storico di Venezia.

Querini Stampalia Acqua AltaChi volesse contribuire al restauro dei libri può effettuare una donazione sul conto corrente della Fondazione Querini Stampalia presso la Banca Nazionale del Lavoro Sede di Venezia – IBAN: IT 76 O 010 0502 0000 0000 0032 500 – Causale: Acqua alta_12 novembre 2019.
La Fondazione chiede a chi sceglie il bonifico di inviare una mail a fondazione[at]querinistampalia.org in modo da poter essere ringraziato.
Una donazione può essere fatta anche direttamente dal sito al seguente indirizzo  >>>

L’Auditorium e le sale sono perfettamente funzionanti, per cui un aiuto è anche l’organizzazione di eventi in questa bellissima dimora veneziana diventato un centro di cultura per tutti gli amanti di Venezia e non solo.

Riprese anche le attività espositive con la mostra Venezia 1860-2019. Fotografie dall’Archivio Graziano Arici, con oltre 140 tra fotografie, originali ottocenteschi, lastre e stereoscopie, stampe digitali: una vera carrellata di memoria visiva della città che proviene dall’Archivio Graziano Arici. Dal 29 Novembre al 1 Marzo 2020.

Fondazione Querini Stampalia, una tra le fondazioni più antiche in Italia, è ospitata in un Palazzo Cinquecentesco sull’acqua nel centro storico di Venezia. La sede dispone di un Auditorium con capienza fino a 132 persone, giardino, museo, sale polifunzionali e aree per esposizioni temporanee. Il piano terra e l’auditorium sono stati realizzati su progetti di Carlo Scarpa e Mario Botta

 

Vai alla scheda di