CB Napoli: Primo Bilancio Estivo

luglio 2016

Giovanna Lucherini

Dopo l’impegno e il successo della convention MPI, intervista a Giovanna Lucherini, direttore del Convention Bureau Napoli.

Con l’arrivo dell’estate si può considerare conclusa la fase di debutto del Convention Bureau Napoli.
Ultima fatica in ordine di tempo è stata l’organizzazione della convention annuale di MPI Italia Chapter che ha festeggiato a Napoli il suo 25° compleanno.
Giovanna Lucherini, nella duplice veste di direttore del CBNapoli e di presidente di MPI Italia, è stata la vera artefice del successo dell’evento, oltre che il motore dei progressi del CB partenopeo.
“È stata una esperienza impegnativa, ma veramente appagante per la risposta entusiastica che abbiamo ricevuto da entrambe le parti, dalla città e dai soci di MPI. Il mio doppio ruolo mi ha permesso di capire le esigenze di tutti e prendere decisioni più rapidamente. In più devo dire che la città di Napoli sta attraversando una fase molto propulsiva e sta tornando da protagonista alla ribalta della buona cronaca. Il turismo, non solo congressuale, è decisamente in crescita e le proposte della città incontrano sempre di più le preferenze di un pubblico colto e anche cosmopolita.
L’evento-moda di Dolce e Gabbana si inserisce in questo trend. È importante notare questo “risveglio” anche per inquadrare i nostri successi in un clima di generale ottimismo e entusiasmo.”
Lucherini ci tiene a sottolineare la natura strettamente privata del CBNapoli, che sta conquistando sul campo anche la fiducia delle istituzioni pubbliche e semi-pubbliche.
“Quando abbiamo chiesto aiuto per l’evento MPI abbiamo ricevuto adesioni anche da non-soci del CB, siamo riusciti a sensibilizzare il territorio e a inserirci nel tessuto cittadino.”
L’evento MPI, per la natura dei partecipanti, era sicuramente un boccone ghiotto per la città e non stupisce la risposta positiva. Così come ampiamente positiva è stata la risposta di MPI, sia a livello internazionale che locale.
“Una partecipazione più alta della media degli ultimi anni, a cui hanno concorso alcune circostanze fortunate come il 25° anniversario della fondazione del Capitolo Italiano, ma sicuramente è stato decisivo il fascino della destinazione. Insomma, un viaggio a Napoli, per di più come ospite privilegiato, rimane un’occasione da non perdere.”
E così è stato: 150 partecipanti da tutta Italia tra cui parecchi non soci, a dimostrazione dell’interesse sulla professione di planner. E ben 10 internazionali, in rappresentanza del Quartier Generale e dei capitoli fratelli.
“Abbiamo avuto ospiti dalla Florida, dal Texas, dal Canada, e dalla dirigenza europea, Francia e UK. L’evento ha avuto un impatto mediatico addirittura inaspettato, non solo locale.”

Il Convention Bureau Napoli è stato fondato nel novembre 2015 da soci esclusivamente privati. Si è dato l’obiettivo di crescere e di espandere la base di soci e di partner. Due partner di prestigio sono già entrati nel circuito: la Mostra d’Oltremare, la più grande struttura cittadina adatta a ospitare congressi internazionali, e la Città della Scienza, fascinoso centro congressi nato nell’ex area industriale di Bagnoli.
Siamo appena all’inizio e lavoriamo per ora con risorse limitate. – conclude Giovanna Lucherini – Ma la sfida è appassionante e sentiamo che intorno a noi c’è un clima di fiducia e di grandi aspettative. E i primi risultati si vedono. In aprile abbiamo potuto ospitare gli Stati Generali del Turismo e in maggio abbiamo vinto la gara per ospitare il World Tunnell Congress 2019, la più importante convention mondiale di ingegneri specializzati in tunnel e gallerie”

Vai alla scheda di